Fata Melona e i rigurgiti

fata melona

Beh, c’è da premettere che i ragazzotti con le braccine tese che ha pubblicizzato così efficacemente Fanpage, non sanno una beata minchia di quel dramma che è stata la Seconda guerra e le dinamiche nazionaliste che l’hanno generata. Così come i finti sinistrati, vittime del riposizionamento rosso fucsia dei loro leader, non hanno mai e poi mai provato neppure a immaginare le terribili conseguenze dello stalinismo. Ed entrambe le categorie sopracitate sono saldamente nelle mani degli invasori cowboy che da Cassibile in poi dominano tutto e tutti.

Ecco quindi che Fata Melona ,velocemente riposizionatasi, a sua volta, fino a porgere l’innocente capino al bacino di Zio Biden, deve condannare i suoi giovani pur difendendoli ed evitando, perché anche le fate possono avere qualche dimenticanze, di ricordare che le dittature in Europa sono state almeno tre: i fasci con i nazi, gli stalinisti e le loro purghe e ovviamente gli invasori cowboy che ancora oggi fanno del Draghistan un comodo bersaglio per zio Putin con le loro basi e l’innovato quartiere generale Nato.

Che gioia essere uomini e donne con un bel bersaglio disegnato sulla schiena. E su questo Fanpage evita di fare inchieste, mi pare, come Fata Melona evita di fare comunicati. Vedete come si uniscono gli estremi? Non è così difficile. Basta zio Sam.

N.b. La monella qui sotto non è di destra, pur indossando un completino, per giunta succinto, di colore nero. Si tratta di monella-dark. Si quieti Fanpage.

monella

Fata Melona e i rigurgitiultima modifica: 2024-07-05T21:07:21+02:00da marcar2007
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.